Dietro le Quinte: Cloud Server Nitrado

Durante la progettazione e lo sviluppo del Nitrado Public Cloud, al centro della nostra attenzione, abbiamo messo la possibilità di ottenere un alto livello di prestazioni e massima disponibilità per poter gestire al meglio ed eseguire i server di gioco attuali, con i Cloud Server Nitrado. Qui, vengono utilizzati componenti software e hardware specifici e vorremmo presentarveli in questo articolo.

Nell'ultimo articolo, il Cloud Server Nitrado è stato ufficialmente annunciato per Luglio 2017. Ma qual è la tecnologia che si trova dietro al termine "Cloud Server" per la Nitrado?

Virtualizzazione

Nitrado uses Openstack

Per poter garantire la stabilità e la flessibilità in ogni momento, l'hardware per il Nitrado Public Cloud è reso virtualizzato. Questa virtualizzazione è implementata attraverso un cluster OpenStack con virtualizzazione hardware KVM / QEMU. In questo modo è possibile modificare le proprietà del Server Cloud in qualsiasi momento, ad esempio la quantità di memoria o il numero core vCPU. La virtualizzazione KVM fornisce quasi le stesse prestazioni di un server senza virtualizzazione.

Storage

nitradocloudserversnew

I Cloud Server Nitrado utilizzano il sistema di memoria Enterprise HPE 3PAR, che in questo caso è dotato esclusivamente di SSD Server da 4TB. Il sistema sostanzialmente viene sovraccaricato in modo tale da utilizzare internamente il RAID cosicché, i guasti, possano essere compensati in egual misura.
Anche il danneggiamento di interi componenti, come un controller di memoria o l’alimentazione elettrica, possono essere compensati col siffatto sovraccarico.
Inoltre, il sistema di storage 3PAR ottimizzato SSP, offre prestazioni uniche con tempi di accesso inferiori ad un millisecondo.
I dati dei server di gioco come Minecraft, che spesso devono scrivere ripetutamente su un disco con piccole quantità di dati, possono essere scritti, con questo sistema, anche sotto il carico più estremo, in modo da poter offrire un'esperienza di gioco sempre fluida.
Il sistema di storage è inoltre ideale per altre attività del server, come ad esempio per grandi pagine web e database, in cui la latenza per la scrittura e la lettura deve essere sempre bassa.

Processori

Intel xeon

Solo i processori Intel vengono utilizzati per i Cloud Server Nitrado. I core vCPU di questi Cloud Server saranno alimentati da CPU Intel Xeon E5-2699 v4. I sistemi hypervisor, dispongono di due di questi processori, garantendo prestazioni ottimali in ogni momento. È inoltre possibile configurare il Cloud Server con CPU fino a 44 core effettivi.

Entro la fine dell'anno, ci proporremo di offrire altri processori Intel con frequenza di clock differenti, fino a 4,2 GHz e superiori. Non importa quanta potenza di calcolo sia necessaria, ciò fornirà configurazioni per ogni applicazione server.

La memoria selezionata per i Cloud Server è la memoria DDR4 a 2400 MHz. Questa è fornita di codici per la correzione di errori (ECC), che è incredibilmente importante per un'operazione stabile del server. Gli errori nella memoria di lavoro, vengono rilevati e corretti durante il funzionamento. Ciò assicura una stabilità eccezionale sul server. Il DDR4 2400 MHz garantisce una rapida elaborazione dei dati e una migliore prestazione del software sul Cloud Server.

Network

Tutti gli hypervisor sono connessi ad internet a 2x10 Gbit. Ogni Cloud Server dispone di almeno 2TB di "Traffico Ultra Veloce fino a 10Gbit/s". Se la soglia dati viene superata, può essere immesso un traffico aggiuntivo. In altro modo, viene automaticamente convertita una tariffa illimitata di 100Mbit / s - più che sufficiente per la maggior parte delle applicazioni.

La doppia connessione con 2x10 Gbit fornisce la necessaria larghezza di banda per un’ottimale distribuzione del carico. Se una connessione cade, ad esempio durante i lavori di manutenzione, il traffico viene instradato in tempo reale utilizzando la connessione rimanente. Il server è anche collegato a due switch, che sono configurati in modo indipendente.

Sistemi Operativi

All’inizio saranno disponibili le distribuzioni Linux Debian 8, CentOS 7, Fedora 25, e Ubuntu 16.04 LTS. Per Windows Server, saranno disponibili Windows Server Standard 2012 R2 e 2016.
Ulteriori distribuzioni saranno introdotte successivamente rilascio iniziale dei Cloud Server, tra cui distribuzioni come CoreOS, Gentoo e Arch Linux. Vorremmo inoltre tener conto dei desideri dei nostri clienti. Perciò, tutte le distribuzioni saranno disponibili ad ogni amministratore per qualsiasi preferenza o necessità ai fini delle loro applicazioni.
L’installazione o reinstallazione verrà effettuata con un semplice click tramite interfaccia web e risultando così un operazione semplice anche per i principianti.

Prezzi

Come accennato nell’ultimo articolo, ci saranno 2 differenti versioni per i Nitrado Cloud Server: Il Cloud Server Dynamic è affittabile giorno per giorno e può essere flessibilmente riconfigurato in qualsiasi momento a seconda delle necessità prestazionali. Il tempo residuo sarà rimborsato fino all’ultimo secondo. La versione Dynamic permette inoltre un rimborso completo del valore residuo, che potrà essere accreditato nel proprio account in qualsisasi momento.

Il Cloud Server base è progettato essere eseguito con la configurazione selezionata per lungo termine. Anche se può essere riconfigurato in qualsiasi momento, in caso di downgrade, verrà calcolato solo il 50% del valore residuo. Tuttavia gli upgrade sono sempre disponibili. Questa variante di server è destinata quindi per quelle applicazioni che non hanno bisogno di cambiamenti frequenti di prestazioni permettendo cosi una pianificazione a lungo termine. Per via di questa sicurezza di pianificazione, il prezzo è più economico rispetto al Server Dynamic: più il pagamento scelto è a lungo termine, minore è il suo costo giornaliero.

E’ disponibile anche una prova di 3 giorni.

Sei curioso di sapere quanto un Cloud Server Nitrado ti costerà?

 

Prova il configuratore adesso!

STAY TUNED!

Fino al lancio del nuovo prodotto, pubblicheremo regolarmente altri dettagli in ulteriori articoli. Nel prossimo parleremo dell’interfaccia web e le semplici opzioni di gestione per principianti e professionisti.

Quali componenti non vedete l’ora di provare e di quali siete più entusiasti?

#NitradoCloud

#Articolo 1: Nuovo Prodotto: Nitrado Cloud Server

18. mag 2017, 20:35:40
1437
Riccardo Savino
La tua reazione

0

0

0

2

0

0

0